Agriturismo Villa Pierotti Bagneschi – Guamo (LU)

Lo consigliamo perché: La Villa del 1700 al centro dell’azienda agricola offre la possibilità di soggiornare nella campagna a poca distanza dal centro di Lucca.  L’azienda agricola produce il tipico pomodoro canestrino, zucchine, vino e olio che potrete acquistare direttamente.

L’Agriturismo Villa Pierotti Bagneschi è socio sostenitore dell’Associazione Guide in Rete e prenotando con il voucher che potete richiedere QUI, riceverete un sconto sulla tariffa del vostro soggiorno.

Villa Pierotti Bagneschi risale pierottiai primi del 1700 ed è stata sapientemente ristrutturata dai proprietari che vi accoglieranno e renderanno speciale la vostra permanenza tra vigne, ulivi018 e colture tradizionali.

 E’ possibile rilassarsi o passeggiare negli ampi spazi verdi che circondano la villa, riposarsi in piscina o fare escursioni verso le vicine colline seguendo l’Acquedotto costruito dal lucchese Lorenzo Nottolini.

Consultate il sito Agriturismo Villa Pierotti Bagneschi per contatti e prenotazioni.

Agriturismo Villa Pierotti Bagneschi
Via Nuova 19 – Guamo (Lucca)   
Tel/Fax: +39 0583 94361  –  Cell: +39 339 4133763 
 
010
Annunci

Appartamenti Vacanze ‘Il Nottolini’ Guamo (LU)

Lo consigliamo perché: A poca distanza dal centro di Lucca, questi appartamenti per vacanza nuovi e attrezzati vi permettono di soggiornare in piena autonomia avendo a disposizione comodi servizi accessori e la possibilità di destreggiarvi tra natura e cultura. A ciò si aggiunge l’accoglienza speciale di Mario, titolare ma sopratutto ottimo ospite .

Appartamenti Vacanze “il Nottolini” è socio sostenitore dell’Associazinottolini2one Guide in Rete e al vostro arrivo, presentando il voucher che potete richiedere QUI, riceverete un welcome kit per rendere più piacevole il vostro soggiorno.

A poca distanza da Lucca, con vista sul monumentale acquedotto costruito dall’architetto Lorenzo Nottolini a partire dal 1822, si trovano gli Appartamenti per vacanze ‘Il Nottolini’.

La zona è tranquilla, ma vicina alla strada principale che collega Lucca al Compitese, area ben nota per la coltivazione delle Camelie, e nelle immediate vicinanze si trovano i principali servizi, come la trattoria-pizzeria, il supermercato, il servizio di nolo biciclette, il bar, ecc.

nottoliniE’ possibile fare lunghe passeggiate verso le sorgenti che forniscono ancora l’acqua alla città alimentandone le fontane o anche raggiungere Lucca seguendo l’acquedotto per circa 3km.

I 3 appartamenti a disposizione dei viaggiatori sono di recente costruzione e rispettano sia l’atmosfera dell’ambiente circostante sia le moderne esigenze di confort e sostenibilità ambientale. Tutti gli appartamenti risultano arredati con semplicità, moderntà e cura dei dettagli, sono dotati di riscaldamento, aria condizionata, parcheggio privato e giardino esclusivo.
“LA FONTE” si trova nel lato Sud dell’edificio e si sviluppa su due piani. Al piano terra si trova l’ampio soggiorno con angolo cottura e il ripostiglio. Al piano primo troviamo una camera singola, camera matrimoniale e il bagno.

“IL TEMPIETTO” è al piano terra e si compone di ampio soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno, camera singola e camera matrimoniale.il-nottolini

“IL TORRIONE” presenta un ampio soggiorno con angolo cottura, disimpegno, bagno, camera singola e camera matrimoniale.

Consultate il sito Appartamenti Vacanze “il Nottolini” per contatti e prenotazioni.

Appartamenti Vacanze “il Nottolini”
Via Sottomonte, Località La Croce – Guamo (Lucca)   
Tel/Fax: +39 0583 947915  –  Cell: +39 335 7049329   email: appartamentiilnottolini@gmail.com

La natura da spettacolo!

Non si può che pensare questo: ‘la natura da spettacolo!‘ quando si entra nel Camelieto di Sant’Andrea di Compito, il ‘Borgo’ delle Camelie, appunto.. Le camelie fioriscono in diversi periodi dell’anno a seconda della varietà, alcune cominciano addirittura a novembre, ma il momento in cui siamo sopraffatti dalla fioritura di questa pianta è marzo e infatti la XXIV edizione della mostra ‘Antiche Camelie di Lucchesia’ rende omaggio alle varietà che fioriscono per ultime, colorando l’ultima parte dell’inverno e rendendoci meno pesante l’attesa della primavera. Nei prossimi due fine settimana il Borgo sarà chiuso al traffico e sarà possibile seguire visite guidate gratuite condotte da Guide Turistiche Abilitate che condurranno i visitatori in un itinerario a piedi tra storia, paesaggio e natura.

Il percorso guidato dura circa due ore e, ovviamente, non vuole essere esaustivo, ma fornire informazioni sul Borgo e sul territorio, offrire gli strumenti per leggere il paesaggio e la sua storia e per far sorgere nuove curiosità sul nostro patrimonio culturale e ambientale. Al termine dell’itinerario con la guida, i partecipanti potranno visitare le Ville, il Frantoio, il Camelieto, partecipare alle degustazioni e fare acquisti in libertà e prendendosi tutto il tempo necessario. Vediamo un po’ nel dettaglio la passeggiata: parte il sabato e la domenica alle ore 10,15 e alle 15 dalla località Cappellina all’ingresso del Borgo (punto di arrivo delle navette) e tocca i seguenti luoghi: la piazzetta del Circolo Culturale del Compitese, la Torre di segnalazione, la Chiusa Borrini (purtroppo non visitabile a causa dei danni provocati dalla recente nevicata) visibile dal muro di cinta, la Chiesa di Sant’Andrea, Villa Borrini, il ponte e la fonte di Capo di Vico, la piazza del Parlamento su cui si affaccia Villa Torregrossa. Vi consigliamo di usare scarpe comode e con suola di gomma antiscivolo perchè alcuni tratti possono essere scivolosi a causa dell’umidità. Il Borgo è piccolo e in poco tempo potrete visitare tutti i luoghi che la Guida vi avrà illustrato ma che, in gruppo, non sarà possibile visitare: non perdetevi il Camelieto, vi perderete nelle tantissime varietà di camelie come in un sogno dalle sfumature rosa, Villa Orsi e Villa Giovannetti, Villa Torregrossa, Villa Borrini in cui potrete acquistare il primo e unico tea italiano prodotto dalle camelie coltivate nel Borgo.

Non mancate!

Locanda San Ginese: la qualità dell’accoglienza

Lo consigliamo perché: A qualche km da Lucca, nel Compitese famoso per le camelie e le belle passeggiate nella natura, questa locanda, in posizione tranquilla, offre belle camere spaziose e pulite e un’accoglienza davvero unica.

La Locanda San Ginese è socio sostenitore della nostra associazione e offre lo sconto del 10% sull’importo totale del soggiorno (non cumulabile con eventuali promozioni in corso) presentando il voucher che potete richiedere QUI

Locanda San Ginese – Loc. Collina San Ginese di Compito (LU) Italia

“NON SIAMO SOLO B&B… ma una Locanda. Un posto che, nella tradizione, offre a chi viaggia un rifugio, una sosta, un ristoro. Un luogo dove ricaricarsi per poter proseguire il viaggio oppure un luogo da dove è possibile iniziare un viaggio.”
Così recita la homepage della Locanda e noi condividiamo questa definizione perchè è frutto della riflessione dei proprietari nel voler fornire non solo un servizio, ma uno stile personale e avvolgente nell’ospitalità ai clienti. Che sempre clienti sono (almeno all’inizio) e quindi è giusto che in cambio del pagamento desiderino avere pulizia, servizio, disponibilità, informazioni e invece poi si trovano con qualcosa in più di quello che hanno pagato, ovvero la componente umana, la ricchezza esperienziale, l’accoglienza avvolgente, i toni soffici e armoniosi, il calore, ecco, il calore che Alida e Luca emanano e che coinvolge, assorbe, illumina.
Ma parliamo della struttura: nel borgo di San Ginese di Compito, provincia di Lucca, trovate facilmente la locanda perchè è ben segnalata. Parcheggiate nel giardinetto e avviatevi verso l’ingresso che affaccia sul quella che era l’aia, magari nel porticato sarete accolti anche da Banshee (cagnolotta) o da qualche furbo felino (se avete un animale con voi sarà ben accolto) e lì potrete già pensare come mettervi comodi su una delle sedie (quella a dondolo?) a leggere, a sonnecchiare o a rilassarvi.

Alida e Luca completeranno l’opera spiegandovi tutto (molto vi avranno già detto via mail o al telefono) e accompagnandovi in una delle camere a disposizione. Fate con comodo, prendete il vostro tempo, non è un problema se arrivate o partite ad ore impossibili, non troverete musi lunghi. Le camere sono grandi, luminose, colorate, nuove, pulite, belle e accoglienti. Troverete prodotti a km 0, in linea con l’idea di sostenibilità di Alida e Luca e troverete caffè caldo e dolcetti e anche torte speciali e tisane e acqua della fonte perchè le nostre fonti sono speciali e non c’è bisogno di bottiglie di plastica.

Locanda San Ginese

Via di San Ginese, 266
55061 San Ginese di Compito – Capannori (Lucca)
tel. 0583 907724 cell +39 347 3724772
http://www.locandasanginese.it

una storia di piante.. camelie e olivi in Lucchesia

Uscendo dalle mura di Lucca, in direzione sud est, nel territorio del comune di Capannori, si estende la zona del Compitese, che comprende le frazioni di San Ginese, Colognora, Castelvecchio, Colle, Pieve, San Giusto e Sant’Andrea. La sua particolarità si trova tutta nel paesaggio, caratterizzato da dolci colline verdeggianti, antichi resti Medievali, fonti naturali di acque dalle proprietà benefiche, ma soprattutto dalla presenza di due piante: la camelia e l’olivo.

La Camelia è una pianta molto antica e che proviene da molto lontano. Infatti arriva in Europa dal Giappone nel XVIII secolo e trova subito spazio, per l’eleganza raffinata del suo fiore, nei giardini delle ville più prestigiose. Dal 1795 arriva anche nell’antico Borgo di Sant’Andrea, dove trova un clima ed un terreno perfetti per la propria crescita. La proliferazione di questa pianta si deve ad Angelo Borrini, medico oculista del duca Carlo Lodovico di Borbone, che, oltre ad essere un ottimo ibridatore e selezionatore di cultivar di Camelia, era anche un fervente membro della Carboneria, e contribuì a fare della Camelia proprio il simbolo di questo movimento e dell’unità di Italia.

Legata strettamente a questo periodo è anche la pianta dell’ulivo, da sempre molto importante nelle colline del Compitese, dove si produce un  ottimo olio extravergine d’oliva. Si dice che, spesso, durante le riunioni segrete alla villa del Borrini, intervenisse niente meno che Giuseppe Mazzini in persona, che approfittava di queste occasioni anche per comprare l’ottimo olio di oliva prodotto in queste zone, per rivenderlo in Europa ed ottenere così il denaro necessario per sovvenzionare il movimento che contribuì attivamente alla riunificazione dell’Italia.

L‘olio extravergine d’oliva delle colline lucchesi (e quindi anche quello del Compitese) è uno dei più pregiati al mondo grazie al suo colore, al suo sapore e alla sua bassa acidità, e, esportato da sempre all’estero, spesso veniva preso come metro di valutazione per l’olio di oliva che veniva prodotto in altre zone.

Pochissimi sanno che la pianta della Camelia (camelia japonica) è “sorella” della pianta del Thè (camelia sinensis) e che anche quest’ultima ha trovato nel territorio di San’Andrea di Compito un habitat perfetto: infatti, qui è attiva, caso unico in tutta Europa, anche una coltivazione di thè, che viene degustato e celebrato per la sua bontà soprattutto durante la festa delle Camelie, che si svolge tra Sant’Andrea e Pieve di Compito ogni anno nel mese di Marzo, ma che tuttavia è disponibile (e buonissimo) in ogni periodo dell’anno.

Lucia