La festa di Santa Zita a Lucca

La città si riempie di colori, di fiori e di eventi!

Ecco qualche articolo online su cosa succede a Lucca durante la festa di Santa Zita:

da LuccaInDiretta

e dal sito del Comune di Lucca

zita fiori

Annunci

Italian eccellence, Milano, Murano, Venezia…

SAVE THE DATE

Monday, April 7 2014

Carlo Moretti’s new flagshipstore and showroom
INAUGURATION

from 6 pm to 10 pm
Via della Spiga, 48 Milan

Monolite
OPENING OF THE EXHIBITION

curated by Ettore Mocchetti and Giovanni Moretti

from 6 pm to 10 pm
Duvetica store via Santo Spirito, 22 Milan
 
Media partner AD – Architectural Digest 

INFO And’studio +39 02 45487375+39 02 45487375 Carlo Moretti +39 041 736588+39 041 736588  

moretti
Luoghi misteriosi: n.1

Luoghi misteriosi: n.1

Chi riconosce questo posto? Vi diamo qualche indizio: si trova a circa 60Km da Lucca e il suo nome ci ricorda un’altura che sovrasta e domina le vallate circostanti… fermiamoci qua, sicuramente abbiamo esagerato con gli indizi! Dunque: dove ci troviamo?

Antiche Camelie 2014: visite guidate al Borgo

Quest’ancamelia1no si celebra la XXV edizione della manifestazione Antiche Camelie della Lucchesia che si snoderà su tre fine settimana ricchi di eventi sia a Lucca che nel cosiddetto Borgo delle Camelie ovvero Sant’Andrea di Compito. Questi i fine settimana interessati: 15-16, 22-23, 29-30 marzo. Oltre a quanto previsto e proposto dal Comitato organizzatore (QUI trovate il programma) le Guide Turistiche Qualificate dell’Associazione Guide in Rete rinnovano la disponibilità a condurre i visitatori in un itinerario nel Borgo delle Camelie ricco di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche secondo il seguente calendario:

Ogni Sabato e Domenica ore 15.30 circa visita guidata del Borgo di Sant’Andrea di Compito.

Appuntamento con la Guida Qualificata alle ore 15,00 presso la biglietteria di Carraia da cui si prenderà la navetta per andare al Borgo. La Guida è riconoscibile perchè espone il tesserino che ne attesta la qualifica rofessionale conferita dalla Provincia di Lucca.

La tariffa per la visita guidata al Borgo è pari a 5 Euro a persona, bambini gratis fino a 12 anni (pagabile alla Guida)

Il biglietto di ingresso alla mostra è pari a 6 Euro a persona e comprende l’uso della navetta (pagabile alla biglietteria)

Per informazioni: Associazione Guide in Rete: contatto: posta elettronica  luccaguideinrete@gmail.com , cellulare 334 8203983334 8203983

Se un giorno di Dicembre un viaggiatore…

ImmagineDicembre, eccoci arrivati a Dicembre, l’ultimo mese dell’anno, il mese delle giornate più corte e buie, ma rallegrate dalle lucine del Natale ormai alle porte.

Dicembre, il mese delle abbuffate in famiglia, il periodo in cui i nostri nonni “conciavano” il maiale, curato e nutrito per tutta l’estate, la vera ricchezza dei contadini, di cui non veniva buttato nulla, perchè ogni sua parte era destinata ad uno scopo ben preciso. Suona strano nel secolo che stiamo vivendo, da molti definito “l’era dello spreco”.

Dicembre, mese di feste e di concerti, mese di regali e di mercati. In tutta Italia si aprono le bancarelle e gli stand più interessanti di tutto l’anno e anche Lucca non è da meno. Si apre infatti il mese con il Desco (che termina oggi domenica 8 Dicembre), la grande fiera dei prodotti tipici lucchesi, dove il gusto della tradizione si incrocia con quello dell’innovazione; si prosegue poi, a partire da ieri Sabato 7 dicembre, con la tradizionale Fiera di Natale, che si è spostata ormai da qualche anno in piazza Napoleone, la “piazza grande” del centro storico, a pochi passi dall’antico Foro Romano, tradizionale centro degli scambi commerciali che per secoli hanno animato la città.

Imperdibili anche i vari mercatini artistici e dell’artigianato che  per tutto il mese animeranno le vie e le piazze di Lucca!

Il 12, 13, 14, 15 Dicembre, infattisi svolgerà il Mercatino dell’Arte e dell’Ingegno, lungo la preziosa via San Paolino, parte dell’antico decumanum maximum della città, ad un passo dalla casa Natale del Maestro Giacomo Puccini.  Il 21, 22, 23 Dicembre è invece decisamente irrinunciabile un’altro appuntamento con lo shopping di qualità:  come da tradizione si terrà il  Mercatino delle Arti e dei Mestieri, che si svolge come ogni anno in piazza del Giglio, di fronte all’omonimo teatro lucchese.

Dicembre a Lucca è anche mese di mostre, come quella dei Presepi alla biblioteca cittadina Agorà, in piazza dei Servi, oppure quella delle Piante di Natale e di Capodanno, organizzata negli spazi dell’ Orto Botanico. Altra chicca del mese, per tutti i bambini, anche quelli cresciuti, è  la mostra della Disney ospitata dal MUST-museo della città, a palazzo Guinigi (approfittando dell’occasione, di questi tempi, è consigliabile anche la salita sulla torre Guinigi, la famosa torre dell’albero, dalla quale si può ammirare dall’alto tutta la città, magica nelle sue illuminazioni natalizie). Infine,  per gli appassionati di fumetti e non solo, è doverosa una visita all’esposizione dal titolo ” Quando il WEST tornò a Lucca“, nata da una collaborazione con il grande Sergio Bonelli, allestita presso gli spazi del Museo Italiano del Fumetto e dell’ Immagine, in piazza San Romano.  Insomma, visitare Lucca anche nel mese di Dicembre si rivela davvero molto interessante! 😉

La leggenda dell’Artiglio

Artiglio è il nomArtiglioe di una delle navi a vapore della società armatrice SO.RI.MA (Società Ricuperi Marittimi) di Genova e si occupava di rintracciare, recuperare e portare al porto le navi affondate prevalentemente durante la Prima Guerra mondiale.

Aristide Franceschini, Alberto Bargellini, Alberto Gianni, Guido Martinelli, Mario Raffaelli, Raffaello Mancini, Fortunato e Donato Sodini, Giovanni Lenci e Carlo Dominici facevano parte dell’equipaggio ed erano esperti palombari di origine viareggina: oggi sono nomi e storie impressi nella memoria collettiva di Viareggio.

Franceschi_Gianni_Bargellini_sull'ArtiglioAlberto Gianni in particolare aveva inventato la camera di decompressione e la torretta butoscopica determinante per i recuperi ad alta profondità.

L’Artiglio diventò famosa poichè nel 1930 fu incaricata dalla Compagnia Lloyd’s di recuperare il piroscafo transatlantico inglese SS Egypt che trasportava un prezioso e consistente carico di monete e lingotti d’oro: proprio Alberto Gianni era a capo dell’operazione che però fu rinviata alla primavera del 1931 per le cattive condizioni stagionali dell’Oceano Atlantico.

Ma l’Artiglio non completò mai il recupero perchè si dovette occupare della nave Florence, naufragata molti anni prima, di cui fu sottovalutato il carico di esplosivo e quando fu investita dall’esplosione fu distrutta e affondata e nella tragedia morirono, oltre a gran parte dell’equipaggio, anche i palombari Alberto Gianni, Aristide Franceschi e Alberto Bargellini.

Per conoscere a fondo la leggenda dell’Artiglio e scoprire altre storie, vi consigliamo di visitare il Museo della Marineria a Viareggio e di partecipare il 4 dicembre all’incontro organizzato presso il Museo con inizio alle ore 21. Sarà proiettato un film documentario sulle attività dei palombari dell’epoca.

la leggenda dell’Artiglio